BDO2000 - BANCA DATI ORNITOLOGICA
Bibliografia italiana 1900-2013
ideata e realizzata da Pierandrea Brichetti
Uno strumento di lavoro indispensabile per chi si occupa di ornitologia a livello scientifico o amatoriale, aggiornato e migliorato periodicamente, ideato per ornitologi, università, musei, parchi, riserve, servizi faunistici ed ecologici regionali e provinciali, associazioni e gruppi ornitologici impegnati nello studio, conservazione e gestione dell'avifauna.

Avete terminato una ricerca su una specie nella vostra regione e intendete pubblicare i risultati su una rivista qualificata? Per prima cosa vi mettete in caccia della bibliografia che riporta i risultati di analoghe ricerche condotte dai colleghi. Ciò vi eviterà di scoprire l'America una seconda volta! Iniziate a sfogliare gli indici di alcune riviste che avete sotto mano e vi accorgete che la situazione attuale non è più quella di alcuni anni fa, quando era sufficiente consultare Avocetta, la Rivista italiana di Ornitologia, gli Uccelli d'Italia e pochi altri periodici. Ora vi trovate sommersi da una valanga di pubblicazioni periodiche nazionali ed estere, atti di convegni, atlanti... in cui certamente si celano le informazioni che cercate. Scegliete di rivolgervi ad uno specialista sperando che vi apra i suoi archivi bibliografici. Se siete fortunati potreste ricevere una risposta dopo vari mesi.
Allora che fare? Semplice, sarà sufficiente consultare la BDO2000 che in modo rapido passerà in rassegna circa 700 pubblicazioni scientifiche edite tra il 1900 e il 2013, elencandovi gli articoli tanto desiderati. Questo potente archivio elettronico è stato ideato e realizzato a partire dal 1985 con lo scopo di visionare informazioni bibliografiche difficilmente reperibili o comunque ottenibili in mesi di lavoro in biblioteca. Il software di gestione vi permetterà di effettuare ricerche mirate e combinate sui vari campi, ordinamenti alfanumerici e di inserire le citazioni bibliografiche utilizzate direttamente nei vostri lavori.
La BDO2000 ha l'ambizione di fornire a professionisti e dilettanti un moderno strumento di lavoro valorizzando nel contempo l'enorme mole di lavoro sull'Italia svolta dagli ornitologi del Secondo Millennio.


BDO: STORIA, STATISTICHE

BDO: DIMOSTRAZIONE

PROGETTO ABSTRACT

Potete effettuare una ricerca simulata anche scaricando una demo zippata (510 Kb) sul vostro HD, decomprimendola e lanciando il file BDO2000.exe. Tenete presente che il file decompresso è di circa 1,3 Mb e che l'esecuzione non necessita di installazione

Per il download cliccate sul pulsante animato

Le ultime versioni della Banca Dati Ornitologica contengono numerose novità rispetto alle precedenti, tra cui l'inserimento del titolo originale del lavoro e della tipologia dell'articolo, la possibilità di ricerca per nome italiano e per tipo di pubblicazione, di compilare bibliografie convenzionali e di visualizzare la scheda della specie, contenente informazioni di carattere sistematico, fenologico e corologico utili per compilare articoli scientifici, relazioni tecniche, check-list ecc. L'ultima, ma certamente la più attesa novità, è l'inserimento dell'Abstract per un certo numero di lavori (al momento attuale circa 2000).

Se volete effettuare una ricerca simulata scaricate il dimostrativo e vi renderete conto che si tratta di una cosa semplicissima. Se desiderate conoscere più a fondo contenuti e struttura del data base leggete quanto segue:

  • La Banca Dati Ornitologica BDO2000 è costruita sulla selezione dei lavori scientifici riguardanti il territorio italiano pubblicati in Italia e all'estero dal 1900 al 2013. Sono considerate le specie selvatiche appartenenti all'avifauna italiana, comprese quelle estinte, naturalizzate, ripopolate, reintrodotte o escluse.

  • La pubblicistica scientifica selezionata comprende: riviste ornitologiche nazionali ed estere, periodici di musei, enti, associazioni pubbliche e private, gruppi ornitologici, atti di congressi, seminari, tavole rotonde, atlanti degli uccelli nidificanti e svernanti, monografie nazionali e locali. Complessivamente le pubblicazioni considerate sono circa 700.

  • La BDO2000 è strutturata in modo che ogni record contenga le voci classiche di una citazione bibliografica, l'identificazione del taxon (Codice Euring e nome scientifico), il nome del periodico (volume, pagine), il titolo originale del lavoro e una scala gerarchica di parole chiavi "argomenti" e "aree geografiche", che vengono decodificate automaticamente in fase di ricerca e restituzione dati.

  • Le principali parole chiave "argomenti", distinte per taxa nidificanti, svernanti e migratori, sono: Distribuzione, Popolazione, Ecologia, Biologia riproduttiva, Migrazione, Svernamento, Etologia, Sistematica, Genetica, Anatomia, Patologie e Parassiti, Morfologia e Biometria, Alimentazione, Vocalizzazioni, Paleornitologia, Conservazione, Gestione, Tecniche di ricerca e Sperimentazioni, Museologia e Collezioni, Rassegne bibliografiche, Necrologi. Esistono poi numerose sottochiavi che permettono la ricerca di particolari argomenti.

  • Le parole chiave "geografiche" sono elencate in ordine gerarchico dal livello superiore (Regioni zoogeografiche, Europa, Mediterraneo) a quello inferiore (Italia, Regioni). Sono incluse anche sottochiavi "geografico-ambientali" come Alpi, Appennini, Pianura Padana, isole minori, centri urbani ecc. e aree geografiche confinanti (San Marino, Corsica, Isole Maltesi).

  • Ogni articolo viene citato nella BDO2000 almeno una volta, ma può essere ripetuto più volte nel caso contenga informazioni interessanti e significative a livello di singoli taxa: per questo motivo la Banca Dati Ornitologica non rappresenta solo un archivio bibliografico, ma costituisce un vero e proprio contenitore di dati ornitologici selezionati.

  • La BDO2000 permette ogni tipo di ricerca nell'ambito di tutti o di singoli campi, con possibilità di ordinamenti sistematici, alfanumerici, geografici, per argomenti, autori, pubblicazioni, anni, categorie di periodici ecc., e di stampare i record trovati su carta o su disco, per essere esportati in un elaboratore di testi o direttamente in un documento.

  • La BDO2000 contiene oltre 32.000 record strutturati in 9 campi: ENT=anno di pubblicazione e tipologia del lavoro / COD=Codice Euring / SPE=nome scientifico del taxon / ARG=parole chiave "argomenti" / GEO=parole chiave "zone geografiche" / AUT=autore/i, anno di pubblicazione / PER=periodico, volume, pagine / TIT=titolo originale del lavoro / ABS=Abstract (qualora disponibile).

  • Nella BDO2000 è disponibile in linea un pratico manuale che fornisce dettagliate spiegazioni sulla struttura, sui contenuti e sulle possibilità dell'archivio, rendendone semplice e immediato l'utilizzo. Nel manuale sono inclusi l'elenco delle pubblicazioni con relative abbreviazioni e la check-list delle specie con i rispettivi codici numerici. La licenza d'uso garantisce la possibilità di poter disporre dei periodici aggiornamenti.

La BDO2000 è uno strumento di facile consultazione che evita lunghe e spesso inutili ricerche bibliografiche di tipo tradizionale. In pochi secondi potrete esaminare l'intera produzione riguardante un determinato taxon e valutare, anche tramite gli abstract disponibili, se i contenuti dei singoli articoli ne rendono indispensabile o meno la consultazione, risparmiando un lavoro di "mesi" in biblioteca per scorrere gli indici di circa 700 periodici pubblicati nel XX° secolo e all'inizio del XXI°

E' ora disponibile la nuova versione completa 1900-2013 della BDO2000 contenente gli aggiornamenti 2008-2013, con circa 2000 abstract

La BDO2000 è sviluppata con Visual Basic per  Windows 9.x/NT/XP/Vista/7 ma può essere installata anche su Macintosh provvisto di software di emulazione Windows. Configurazione minima: Pentium o simil., 16 Mb Ram, 9 Mb disponibili su HD. Viene inviata su un CD-ROM che va conservato per eventuali ulteriori installazioni; i possessori di una linea veloce potranno scaricarla direttamente da una pagina riservata. L'installazione prevede l'inserimento di un codice personale di attivazione

L'archivio dati della BDO2000 viene installato direttamente sull'HD, dove occupa uno spazio minimo, permettendo una velocissima consultazione senza l'inserimento del CD-ROM

 

Citazione bibliografica raccomandata  (ultima versione):
Brichetti P. 2013. Banca Dati Ornitologica. Bibliografia Italiana 1900-2013. Versione elettronica

Windows, Visual Basic e Pentium sono marchi registrati dalle rispettive case produttrici

esaurita

Recensione

AVES Guida elettronica per l'ornitologo
Data base dell'avifauna italiana aggiornato al 1997